PUSTERLE


 

Oltre alle porte, sia nei castelli che nelle cinte urbiche, si trovano ingressi secondari, le pusterle, che aumentavano le possibilitÓ di comunicazione con l'esterno. Talvolta erano sopraelevate dal suolo ed in caso di assedio potevano venire occluse con un'affrettata muratura, salvo riaprirle in caso di necessitÓ.

"I turchi che scamparono fuggon da una postierla / verso la cittadella tagliata nella roccia"
da: La canzone di Antiochia, in Gioia Zaganelli, Crociate, p.245
.

"... una falsa postierla da cui erano stati tolti gli usci e che era stata murata da poco"
Robert de Clari, La conquista di Costantinopoli, in Gioia Zaganelli, Crociate, p.1458.


 

 

 

Montealegre, Spagna.

 

 

Carcassonne. Francia.

 

Lockenhaus, Austria.

 

Ostia, RM.

 

Mantova.

Nel castello di Mantova una pusterla comunica col fossato acqueo.

 

 

 

Roccabianca, PR